scientist in laboratory

La verita’ sui vaccini il 26 vi prego!

I vaccini COVID-19 sono in preparazione per la spedizione negli Stati membri dell’Unione europea, ha confermato giovedì la Commissione. Ma girano numeri falsi dai soliti vandali populisti.

pexels-photo-5878504.jpeg
Photo by Artem Podrez on Pexels.com

“Sta accadendo: i vaccini COVID vengono inviati a tutti i paesi dell’UE”, ha detto su Twitter Isaac Valero, assistente del Segretario generale della Commissione.

Gli Stati membri riceveranno ciascuno circa 10.000 dosi per questa prima consegna il 26 dicembre (9750 per l’esattezza).

Falsi i numeri delle prime distribuzioni, che sembrano penalizzare l’Italia, in realta’ persino Orban, euroscettico per antonomasia ha twittato:

“Il primo lotto di vaccini contro il coronavirus è arrivato in Ungheria questa mattina alle 6 del mattino. Le 9.750 dosi del vaccino Pfizer-BioNTech, il primo approvato in Europa basterà per vaccinare 4.875 operatori sanitari in prima linea nella lotta”.

Zoltan Kovacs, portavoce del premier Orban

Le consegne continueranno a dicembre e su base settimanale costante durante i mesi successivi. Bruxelles ha precedentemente affermato che agli Stati membri sarebbero state assegnate dosi in base alle dimensioni della loro popolazione.

Lunedì l’Agenzia europea per i medicinali (EMA) ha autorizzato l’uso di emergenza del jab (iniezione) sviluppato da Pfizer e BioNtech ei paesi dell’UE inizieranno le loro campagne di vaccinazione da domenica.

Ogni container termico può contenere fino a 5 vassoi di vaccino. Ogni vassoio contiene 195 fiale multi dose (975 dosi) Il pacchetto base e ‘quindi 9750 (2 container)

Bruxelles ha stipulato diversi accordi di acquisto anticipato per i vaccini COVID-19 e ha assicurato fino a 300 milioni di dosi del vaccino Pfizer-BioNtech, l’unico finora approvato dalle autorità europee.

Ciò significa che fino a 150 milioni di europei possono riceverlo poiché sono necessari due dosi perché sia ​​efficace per oltre il 90%.

La Commissione prevede che la distribuzione dei primi 200 milioni di dosi sarà completata entro settembre 2021 e sta attualmente “lavorando per attivare i 100 milioni di dosi aggiuntive”, ha detto a Euronews.

L’EMA ha anche anticipato al 6 gennaio la sua revisione del vaccino Moderna.

La Commissione ha stipulato un contratto con la società statunitense per l’acquisto di fino a 160 milioni di dosi, sufficienti per vaccinare altri 80 milioni di europei.

C’e’ la vita della gente in ballo, non scherzate coi numeri.

chevron_left
chevron_right
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: