Imparare dalla tragedia: lezioni di management dale tragedie dei Boeing 737 Max

Posted on Gennaio 2, 2021Commenti disabilitati su Imparare dalla tragedia: lezioni di management dale tragedie dei Boeing 737 Max
white american airplane parked on airport
Photo by Quintin Gellar on Pexels.com

Tre lezioni di business, design e organizzazione

Progettare e produrre aerei non è facile.
Nemmeno la gestione di una compagnia aerea può esserlo. Criticare Boeing Company o le squadre responsabili del 737 Max mi renderebbe un altro esperto da tastiera.
Ma posso imparare dalle cause e dagli eventi e cercare di applicarlo ad aspetti progettuali più ampi e meno consequenziali che affronto nel mio lavoro.
Sono stato interessato alla tragica saga della Boeing Company e del suo fatale aereo 737 Max: il 10 marzo 2019, il volo Ethiopian Airlines 302 si è schiantato 6 minuti dopo il decollo, uccidendo tutte le 157 persone a bordo.
È avvenuto cinque mesi dopo l’incidente del volo Lion Air 610, anch’esso un 737 Max, nell’ottobre 2018.
Tutte le 189 persone a bordo sono state uccise.
Mi interessa perché nella sua essenza, questa è una storia sul fallimento.

Fallimento come l’incarnazione delle idee e delle decisioni delle persone.
Va riconosciuto che la tragedia può essere una insegnante e ci da lezioni, Tre:
Tre lezioni importanti per tutti noi.

L’eccellenza del prodotto, la sicurezza e l’ingegneria devono avere la precedenza sul profitto.

Le aziende esistono per risolvere prima i problemi, poi per fare soldi.
Quando un’azienda si allontana da questa filosofia, spesso si verificano problemi.
E’ il “pendio scivoloso” della caccia ai profitti.
Considerate, ad esempio, cosa stava succedendo a fine 2020 nell’industria farmaceutica.
Cinque delle più grandi aziende farmaceutiche del mondo stanno lavorando intensamente al vaccino contro il Coronavirus.
E l’amministrazione Trump li sta spingendo a tirare fuori qualcosa entro la fine di ottobre.
Se si fossero piegati a questa pressione, il loro marchio sarebbe stato danneggiato in modo permanente.

Questa pendenza scivolosa occorre a molte aziende man mano che crescono: ecco perché è importante rivisitare regolarmente la missione.
Google, Facebook e Amazon, ad esempio, sono tutti oggetto di indagini antitrust per fare cose che le persone ora considerano anticoncorrenziali. Perché?
Un bisogno costante di generare sempre più profitti, il tutto nel tentativo di mantenere alto il prezzo delle azioni.

La voce dei dipendenti (Stakeholders primari) è sacrosanta

La seconda lezione è ascoltare i dipendenti.
I dipendenti sono gli stakeholder “più impegnati” nella azienda.
Gli azionisti possono vendere le loro azioni e i clienti possono acquistare un nuovo prodotto.
Ma i dipendenti hanno dedicato le loro vite, carriere e famiglie alla tua azienda.
Quindi vanno ascoltati
Alcuni leader hanno un’idea di gestione antiquata che “i dipendenti scontrosi sono un danno”, ma in realtà è vero il contrario.
Ogni minimo suggerimento, reclamo o rivendicazione da parte di un dipendente dovrebbe essere considerato una delle informazioni più preziose di cui disporre.
Sanno cosa sta succedendo ai clienti e ai prodotti e più il Management si avvicina a loro, migliore sarà la azienda.
Nel rapporto Boeing dozzine di dipendenti appassionati si sono espressi e hanno gentilmente espresso preoccupazione.
In qualche modo la leadership non ha sentito queste voci, probabilmente prendendo decisioni incentrate sui risultati finanziari.

La cultura inizia dall’alto.

Mentre leggi la testimonianza, è chiaro che i dirigenti della Boeing sono bravi uomini d’affari e ingegneri.
Ma è anche chiaro che in alcuni anni, quando il Management Boeing si è trasferito a Chicago e ha spinto i suoi risultati finanziari, ha iniziato a concentrarsi su profitto, produzione e quota di mercato, che a sua volta si riduce a migliaia di decisioni nel prodotto.
Leggere la sezione su “solla economia/diseconomia di scala” fa venire i brividi lungo la schiena.

Come leader, si ha l’opportunità di guidare la cultura ogni giorno.
Quando vanno poste domande sulla qualità, la sicurezza e le preoccupazioni dei dipendenti, un messaggio che queste cose sono importanti.
Se si trascorre tutto il tuo tempo ad analizzare entrate e profitti, si crea una cultura delle scorciatoie.

Usiamo la storia di Boeing come una lezione importante sul ruolo della cultura, della leadership e dell’ascolto del successo.

Commenti disabilitati su Imparare dalla tragedia: lezioni di management dale tragedie dei Boeing 737 Max