Cosa cerca l’OMS in Cina riguardo al COVID-19 e perché c’è così tanto “clamore”?

Posted on Gennaio 15, 2021Commenti disabilitati su Cosa cerca l’OMS in Cina riguardo al COVID-19 e perché c’è così tanto “clamore”?
aerial photography of city buildings under cloudy sky
Photo by jiawei cui on Pexels.com

Il team di ricercatori internazionali dell’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) arrivato questo giovedì nella città di Wuhan, nella Cina centrale, spera di trovare indizi sull’origine della pandemia COVID-19.

La visita è stata avvolta nel segreto e né la Cina né l’OMS hanno rivelato esattamente cosa farà il gruppo o dove andrà. Trovare le origini richiederà probabilmente anni di sforzi che potrebbero aiutare a prevenire future pandemie.

Perché Wuhan?

L’hub industriale e dei trasporti sul fiume Yangtze è il primo luogo in cui il coronavirus è apparso nel mondo. È possibile che il virus sia arrivato a Wuhan senza essere scoperto altrove, ma la città di 11 milioni è un luogo logico per iniziare la missione.

Le persone hanno iniziato ad ammalarsi a dicembre 2019, molte delle quali legate a un mercato alimentare che si occupava di animali vivi.

Il numero crescente di pazienti ha attivato allarmi che hanno spinto il China Center for Disease Control and Prevention a inviare una squadra per indagare.

La malattia avrebbe devastato Wuhan prima che fosse portata sotto controllo a marzo. La città è stata bloccata il 23 gennaio senza preavviso. Le difficoltà sopportate e le vite perse sono diventate fonte di dolore e orgoglio per i residenti una volta che le misure di blocco di 76 giorni sono state revocate l’8 aprile.

Qual è il programma del team dell’OMS?

Devono prima mettersi in quarantena per 14 giorni , durante i quali lavoreranno con le loro controparti cinesi tramite videoconferenza. Possibili visite dopo la quarantena sono il mercato del pesce di Huanan , il sito del pool di casi di dicembre 2019 e l’Istituto di virologia di Wuhan.

Gli scienziati inizialmente sospettavano che il virus provenisse da animali selvatici venduti sul mercato.

Da allora, il mercato è stato in gran parte abbandonato, ma potrebbe fornire indizi su come il virus si è diffuso così ampiamente. Potrebbero essere ancora disponibili campioni di materiale, insieme alle testimonianze di coloro che hanno partecipato alla risposta iniziale.

L’Istituto di virologia di Wuhan mantiene un ampio archivio di sequenze genetiche di coronavirus di pipistrello costruite sulla scia della pandemia di SARS del 2003, che si è diffusa dalla Cina a molti paesi.

I membri del team dell’OMS si aspettano l’accesso ai registri e ai dati di laboratorio sia per i ricercatori alle prime armi che per i ricercatori di alto livello e ai protocolli di sicurezza per la raccolta, l’archiviazione e l’analisi dei campioni.

Perché la segretezza?

La Cina ha fermamente respinto le richieste di un’indagine esterna indipendente. Il capo dell’OMS ha recentemente espresso la sua impazienza per il tempo impiegato dalla Cina per prendere le disposizioni necessarie per la visita del team di esperti.

Il Partito Comunista, che è “a capo” del governo, mantiene uno stretto controllo delle informazioni ed è particolarmente preoccupato per le possibili rivelazioni sulla sua gestione del virus che potrebbero esporlo a critiche internazionali e richieste finanziarie.

La Cina ha represso i rapporti indipendenti sull’epidemia e ha rilasciato poche informazioni sulla sua ricerca dell’origine del virus. Un’indagine dell’AP ha rilevato che il governo controlla rigorosamente tutte le indagini scientifiche relative allo scoppio e proibisce agli investigatori di parlare alla stampa.

I media statali continuano a pubblicare rapporti che suggeriscono che il virus potrebbe aver avuto origine altrove.

Nell’annunciare la visita degli esperti, il portavoce del ministero degli Esteri Zhao Lijian ha affermato che “il monitoraggio dell’origine del virus coinvolgerà probabilmente diversi paesi e località”.

Commenti disabilitati su Cosa cerca l’OMS in Cina riguardo al COVID-19 e perché c’è così tanto “clamore”?