I truffatori prendono di mira gli ospedali degli Emirati Arabi Uniti con truffe sul lavoro

Posted on Gennaio 18, 2021Commenti disabilitati su I truffatori prendono di mira gli ospedali degli Emirati Arabi Uniti con truffe sul lavoro

Offrono lavori falsi e stipendio di 8500 euro al mese più benefits

white and brown concrete building under cloudy sky during daytime
Photo by Pixabay on Pexels.com

L’anno scorso questi truffatori lanciato esche da “8500 euro al mese” in lavori falsi delle principali compagnie petrolifere di Abu Dhabi come Adnoc di fronte a persone in cerca di lavoro.

Ora sono tornati di nuovo, distribuendo “contratti” di lavoro dall’aspetto genuino del valore di 8500 euro mensili più emolumenti a qualsiasi professionista con qualsiasi titolo e con qualsiasi background.

THERESILIENT ha copie di almeno sei contratti per vari ruoli “ospedalieri”: un contabile, un radioterapista, un dirigente finanziario senior, uno specialista, un assistente amministrativo e un assistente medico; a ciascuno dei quali viene offerto uno stipendio fisso di 8500 euro al mese.

I vantaggi includono un’indennità di viaggio / intrattenimento forfettaria aggiuntiva di 21.900 Dh per ogni ‘viaggio intercontinentale’ in ‘business class / prima classe’, indennità per la manutenzione dell’auto di 4.900 Dh al mese, indennità annuale per ‘casa e arredamento’ di Dh40.000 e indennità di “intrattenimento e ricreazione” di Dh2.500 al mese, oltre a un bonus mensile di “viaggi ed eventi” di Dh4.000.

Il modus operandi dei truffatori, tuttavia, rimane lo stesso. “Se fai domanda per una” posizione “che pubblicizzano nella loro posta elettronica, sarai” accettato “. Tuttavia, presto ti verrà chiesto di pagare le spese per il visto (con la promessa che verrà rimborsato in seguito) e il pagamento deve essere effettuato “ entro giorni ” a un’agenzia di viaggi designata, di solito inesistente e operante solo da una numero di cellulare “, ha spiegato un uomo in cerca di lavoro con sede a Doha che dice di essere quasi caduto nella trappola qualche tempo fa.

“Non appena ti viene chiesto di pagare, è probabile che ci sia qualcosa che non va”, avverte.

Molti però cadono nella trappola, finendo per pagare visti che non arrivano mai. In alcuni casi, la perdita supera solo la fattura di 1.450 euro (Dh5.346) per visti e permessi di lavoro falsi.

Modus operandi

  1. Il truffatore invia un’e-mail al candidato chiedendogli di compilare un questionario e di scegliere il posto per il quale desidera candidarsi da una serie di “lavori” offerti
  2. Entro poche settimane, invia un’altra e-mail, informando il candidato che è stato “accettato” per il ruolo per cui aveva presentato domanda
  3. Al candidato viene ora inviata una “condizione di lavoro” che promette uno stipendio “netto” cospicuo più vantaggi e gli viene chiesto di esaminarla e accettarla
  4. Accettando l’offerta tramite e-mail, C riceve ora un “modulo di domanda di visto” per gli EAU e i dettagli di contatto di un “agente di viaggio” designato per organizzare i visti
  5. Il candidato è ora tenuto a pagare $ 1.450 a persona e $ 2.650 a famiglia per le spese di “immigrazione”
  6. Il candidato effettua il pagamento nella speranza di assicurarsi il “lavoro dei suoi sogni”. Tuttavia, sicuramente non sentirà mai più notizie da nessuno.

Commenti disabilitati su I truffatori prendono di mira gli ospedali degli Emirati Arabi Uniti con truffe sul lavoro