goal lettering text on black background

Comprensione della pianificazione strategica nelle organizzazioni sanitarie

La pianificazione strategica nelle organizzazioni sanitarie implica la definizione dei passaggi attuabili necessari per raggiungere obiettivi specifici. Sebbene esistano diversi tipi e livelli di strategia, lo scopo di tutte le strategie è allineare le azioni di un’organizzazione con la missione o i valori dichiarati. 

Oggi, gli operatori sanitari richiedono approcci più incentrati sul paziente e basati sul valore, mentre molti dei loro sistemi attuali seguono modelli strategici più vecchi e tradizionali, secondo Becker’s Hospital Review.

Sempre più spesso, le organizzazioni devono ricalibrare le proprie strategie di assistenza sanitaria per adattarsi alle attuali tendenze del mercato e ai mutevoli approcci alla cura del paziente. Qualsiasi professionista che cerca di comprendere meglio il funzionamento interno delle istituzioni sanitarie deve conoscere i diversi tipi di strategie utilizzate nell’assistenza sanitaria, insieme alla loro importanza per il successo di un’organizzazione.

L’importanza della pianificazione strategica

Come notato in un rapporto pubblicato nel Journal of Oncology Practice, “Potresti non essere in grado di controllare il futuro, ma la pianificazione strategica può indicare una direzione per la tua pratica e massimizzare le tue opzioni per influenzare l’ambiente”. La pianificazione strategica nelle organizzazioni sanitarie implica l’adozione di misure proattive verso un obiettivo, non solo affrontare i problemi immediati quando si presentano. La strategia di assistenza sanitaria è fondamentale per il successo futuro di un’organizzazione poiché fornisce il quadro per fare scelte quotidiane in linea con i suoi obiettivi.

Livelli di strategia sanitaria

Indipendentemente dalle dimensioni o dalla missione, la maggior parte delle organizzazioni utilizza una qualche forma di strategia per progredire verso i propri obiettivi a lungo termine. Esistono due tipi di strategie principali che le organizzazioni impiegano: prospettica ed emergente.

La Strategia prospettica

La maggior parte delle grandi organizzazioni sanitarie sviluppa piani approfonditi per prepararsi a problemi futuri che potrebbero interessare le loro strutture e il settore sanitario in generale. Queste strutture devono concentrarsi sulla creazione di strategie che anticipino i potenziali bisogni di risorse aggiuntive, come capitale e personale. Questo tipo di pianificazione a lungo termine è noto come strategia prospettica.
Le strategie prospettiche dovrebbero anche consentire flessibilità nel caso in cui si verifichino sviluppi imprevisti nel settore sanitario. Ad esempio, se gli ospedali sviluppano una strategia prospettica basata su una carenza infermieristica prevista negli anni a venire, e tale carenza è meno grave del previsto, una strategia flessibile dovrebbe includere un piano per riallocare le risorse in altre aree.

Strategia emergente

Le strategie emergenti implicano un’analisi retrospettiva degli eventi per prendere le decisioni migliori in futuro. Paremetri come l’implementazione di nuove politiche sanitarie, le oscillazioni dei prezzi dei farmaci da prescrizione e l’insorgenza di malattie epidemiche possono causare fluttuazioni nel mercato dell’assistenza sanitaria che richiedono agli ospedali di sperimentare e adattarsi continuamente. Le organizzazioni che fanno affidamento su strategie emergenti devono essere estremamente flessibili nel rivalutare le strategie interne e ricalibrare rapidamente per adattarsi meglio alle attuali tendenze di mercato. 

Strategia a livello aziendale

Questo livello di strategia spesso coinvolge un consiglio di amministrazione, dirigenti esecutivi e stakeholders. In qualità di livello più alto del processo decisionale, il livello aziendale sovrintende alla strategia per l’intera organizzazione, concentrandosi sulla definizione della missione e degli obiettivi generali, come l’allocazione dei fondi e gli accordi commerciali.

Strategia a livello dipartimentale

Questo livello di strategia dà la priorità a linee di prodotti specifiche. La strategia a livello dipartimentale si concentra sui progetti in fase di sviluppo e i manager hanno l’autorità per sviluppare strategie basate sulle esigenze delle loro direttive. I manager traducono le indicazioni e gli intenti di coloro a livello aziendale in strategie attuabili per i singoli progetti e dipendenti.

Strategia a livello funzionale

Il terzo livello nell’approccio strategico di un’organizzazione è il livello funzionale, che supporta i livelli aziendale e dipartimentale. L’attenzione a questo livello è legata ai prodotti o servizi finali forniti dall’azienda. La strategia a livello funzionale integra ricerca, marketing, produzione e distribuzione per collegare meglio prodotti e servizi con la base di clienti – utenti.

I manager coinvolti nello sviluppo di strategie ad ogni livello devono considerare come i loro piani influenzeranno gli individui in tutta l’organizzazione. Ad esempio, una strategia volta ad aumentare i servizi sanitari durante l’espansione di una struttura dovrebbe considerare le ore aggiuntive che i membri del personale attuali potrebbero aver bisogno di lavorare prima che possano essere assunti nuovi professionisti. Allo stesso modo, se gli amministratori pianificano di deviare più risorse a un reparto specifico in una struttura sanitaria, la strategia deve tenere conto dell’impatto della diminuzione delle risorse su altri dipartimenti. Idealmente, le informazioni dovrebbero passare dal livello aziendale al livello funzionale, con il prodotto finale che soddisfa tutti gli obiettivi e guida il successo aziendale.

Sviluppo di strategie con formazione continua

La pianificazione strategica nelle organizzazioni sanitarie aiuta le istituzioni mediche ad operare con successo rispetto agli obiettivi di business e agli standard ottimali di cura del paziente. I professionisti che cercano di acquisire una migliore comprensione delle strategie di assistenza sanitaria per analizzarle, crearle e implementarle potrebbero aver bisogno di una formazione continua.

Gli amministratori o i dirigenti dell’assistenza sanitaria devono avere una comprensione completa dei meccanismi  sanitari per gestire efficacemente un’intera struttura, clinica o dipartimento. Una formazione post base aiuterà i professionisti ad aggiungere nuove competenze alla loro base di esperienza già esistente, che può consentire loro di integrare i sistemi strategici sul posto di lavoro.

Anche la richiesta di ruoli di leadership strategica è in aumento. Il Bureau of Labor Statistics degli Stati Uniti prevede che i posti di lavoro degli amministratori sanitari cresceranno del 20% tra il 2020 e il 2025, il che è molto più veloce della media. Ciò equivale a ulteriori 85.500 posizioni aperte circa.

Una formazione continua deve essere considerata la soluzione perfetta per i professionisti che cercano di migliorare la loro comprensione delle strategie del sistema sanitario espandendo al contempo le loro opportunità di carriera.

FONTI:
 How community hospitals are tackling today’s challenges: 6 trends to ensure a thriving future – https://www.beckershospitalreview.com/hospital-management-administration/how-community-hospitals-are-tackling-today-s-challenges-6-trends-to-ensure-a-thriving-future.html

 Strategic Planning: Why It Makes a Difference, and How to Do It – https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC2790676/

chevron_left
chevron_right
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: