DOSSIER Post COVID: 01 Pandemia e Digitale: il futuro è oggi

Posted on Aprile 4, 2021Commenti disabilitati su DOSSIER Post COVID: 01 Pandemia e Digitale: il futuro è oggi

Non c’è dubbio che la crisi del COVID-19 abbia accelerato il passaggio al digitale in tutti i settori. In qualità di CEO di Microsoft, Satya Nadella ha osservato, “Abbiamo visto due anni di trasformazione digitale in due mesi”. In tutto il mondo, questa tendenza è stata particolarmente visibile a tutti i livelli di governo.

La governance dell’era industriale, che ha ancora dominato le organizzazioni del settore pubblico nell’ultimo decennio e ha agito da freno alla trasformazione digitale, è stata rapidamente abbandonata. Di conseguenza, i dipartimenti dei governi nazionali, regionali / statali e locali oggi fanno regolarmente cose da remoto che avrebbero considerato impossibili solo pochi mesi fa, come i parlamenti che tengono riunioni virtuali o interi servizi sviluppati e forniti da remoto. All’interno del settore, ci sono due gruppi che probabilmente faranno pressione per mantenere e accelerare la trasformazione digitale.

1-È probabile che i nativi digitali all’interno degli enti governativi vogliano mantenere il piede sull’acceleratore del cambiamento e mantenere questi progressi.
2-Il settore privato e i cittadini che sono diventati molto più abituati a lavorare online e stanno quindi diventando più esigenti riguardo alla facilità di accesso ai servizi e all’usabilità delle app digitali.

D’altra parte, la spesa attraverso i pacchetti di stimolo COVID-19 e il danno alle economie comporteranno probabilmente l’applicazione dei controlli della spesa tra i dipartimenti e le agenzie governative.
L’obiettivo sarà probabilmente quello di trasferire i finanziamenti da programmi meno essenziali per consentire la continuità della spesa in “prima linea”. La necessità di digitalizzare e la necessità di spendere meno potrebbero essere viste come priorità contrastanti, soprattutto perché alcune scorciatoie sono state prese nella fretta di digitalizzare, lasciando le vulnerabilità informatiche che devono essere urgentemente affrontate.

La sfida per la digitalizzazione è che la digitalizzazione nel modo in cui facciamo le cose oggi produce solo vantaggi limitati.

Al contrario, intraprendere una trasformazione digitale fondamentale per rimuovere i processi non necessari e passare a un modello “to be” può fornire una maggiore efficacia in termini di miglioramento dell’esperienza dei cittadini e della forza lavoro, nonché di risparmi sui costi a lungo termine. I leader devono dimostrare la fiducia necessaria per mantenere lo slancio del cambiamento trasformativo per i cittadini e la loro forza lavoro, nonché per il loro bilancio, piuttosto che ritirarsi a passi incrementali.
Non dovrebbero lasciare che le catene della “governance dell’era industriale” si riaffermino.
A marzo, il governo estone ha adottato un approccio digitale unico per affrontare la pandemia e ha organizzato un evento “Hack the Crisis“, fornendo idee al pubblico in generale. In sei ore, hanno raccolto 96 idee da più di 830 persone tramite un sito web online. Hanno ora schierato 27 team per lavorare su “idee lunari” per affrontare la crisi o posizionare bene l’Estonia, idee che vanno dal tutoraggio digitale alla sanità elettronica, alle arti e alla cultura, alla riforma delle normative sul posto di lavoro per sostenere il lavoro agile e al volontariato comunitario.

Esistono diverse pietre miliari fondamentali per l’accelerazione digitale che meritano maggiore attenzione da parte dei governi.

Il cloud, I dati , la sicurezza difensiva e la mobilità.

In molti dipartimenti governativi c’è stata una riluttanza ad adottare il cloud, con molti che citano problemi di sicurezza. Questi sono stati per lo più sepolti e ora c’è una crescente apertura come la più fondamentale delle pietre di fondazione.

C’è anche un crescente riconoscimento del fatto che i dati sono una risorsa critica e sottoutilizzata nel governo. L’analisi dei dati offre l’opportunità di fornire informazioni dettagliate sui clienti cittadini, sull’organizzazione o su potenziali avversari e consentire un processo decisionale basato sull’evidenza.

Data l’eredità IT esistente in tutti i governi, l’importanza della sicurezza informatica non può essere enfatizzata eccessivamente mentre i dipartimenti intraprendono la trasformazione digitale. Questo è un rischio fondamentale per il consiglio di amministrazione e deve essere gestito in modo proattivo.

La prima pietra che è stata forse più sottoutilizzata tra i governi è quella della mobilità. La mobilità non riguarda solo i telefoni cellulari, ma si riferisce alla capacità di fornire accesso a capacità e applicazioni da e verso una gamma di dispositivi, ad esempio fornendo servizi ai cittadini ovunque si trovino e ogni volta che desiderano accedervi. Si riferisce anche al collegamento di tutti i sensori nelle apparecchiature, consentendo in tal modo cose come la manutenzione predittiva sul materiale rotabile.

L’improvvisa transizione al lavoro a distanza ha portato a un aumento della richiesta di larghezza di banda e si prevede che questo darà impulso alla fornitura di infrastrutture 5G. Il 5G non è solo il passo successivo nell’evoluzione della mobilità, è un balzo in avanti rivoluzionario grazie alle sue connessioni più veloci, alla latenza estremamente bassa e al basso consumo energetico. I governi hanno un ruolo significativo nell’incoraggiare, o meno, la diffusione del 5G, in termini sia di politica che di regolamentazione. Coloro che si trasferiscono in anticipo probabilmente trarranno importanti vantaggi economici.

Per l’economia in generale, la digitalizzazione nella nuova realtà post-pandemica richiederà probabilmente al governo di assumere una guida politica e normativa. Dovrà sostenere e consentire alle economie che lottano per affrontare il commercio fisicamente distante, il commercio online accelerato e cose come il passaggio a una società senza contanti.

Satya Nadella

In sintesi, molte aree di governo sono state rapidamente costrette a entrare nel futuro digitale ea cogliere i potenziali vantaggi. I governi devono evitare di tornare alla vecchia governance, ai processi e al modo in cui erano le cose. Il settore pubblico dovrebbe riconoscere che la trasformazione digitale può offrire non solo risparmi a lungo termine ed enormi vantaggi in termini di efficacia, ma anche offrire migliori esperienze ai cittadini e alla forza lavoro.

Biblio

Microsoft. (2020, April 30). 2 years of digital transformation in 2 months, retrieved from https://www.microsoft.com/en-us/microsoft-365/blog/2020/04/30/2-years-digital-transformation-2-months/

Accelerate Estonia. (n.d.). Hack the Crisis: from idea to execution in just 6 hours. Retrieved from https://accelerateestonia.ee/en/hack-the-crisis/

Province of Nova Scotia. (2020, May, 11). Accelerated Internet Projects Update. Retrieved from: https://novascotia.ca/news/release/?id=20200511003

NSW Government. (2020, June 5). SDS – at a glance. Retrieved from: https://education.nsw.gov.au/about-us/strategies-and-reports/schools-digital-strategy/schools-digital-strategy-at-a-glance

Commenti disabilitati su DOSSIER Post COVID: 01 Pandemia e Digitale: il futuro è oggi