DOSSIER Post COVID: 06 SUPPLY CHAIN

Posted on Aprile 4, 2021Commenti disabilitati su DOSSIER Post COVID: 06 SUPPLY CHAIN

Le catene di approvvigionamento globali per il governo e le imprese hanno subito un vero shock a causa del COVID-19. Ciò ha dimostrato la fragilità delle catene di approvvigionamento e il grado in cui la maggior parte delle nazioni è diventata dipendente dall’offerta globale per molte delle loro esigenze. La crisi ha anche messo in luce le debolezze del concetto di produzione “Just in Time”, che ha lasciato scorte limitate per rispondere alla crisi.
Questo è stato più visibile che nella fornitura di dispositivi di protezione individuale (DPI).

Mentre ci stiamo riprendendo dalla nuova realtà post-pandemia, i governi e le imprese si stanno occupando di come ricostruire e diversificare le loro catene di approvvigionamento a breve, medio e lungo termine. È fondamentale che i governi stabiliscano la visibilità su tutte le catene di approvvigionamento chiave. Ciò può essere ottenuto al meglio attraverso la tecnologia.

Un set di strumenti predittivi per la catena di approvvigionamento può non solo fornire visibilità delle catene di approvvigionamento, ma anche identificare dove è probabile che si verifichino carenze future, consentendo di mettere in atto altri piani. Tale strumento può anche fornire una sandbox in cui testare scenari che saranno vitali per affrontare le crisi future e consentire risposte più rapide.

A breve termine, è probabile che le catene di approvvigionamento esistenti vengano utilizzate per ricostituire le scorte e ristabilire il flusso di merci.
A medio termine, tuttavia, è probabile che le organizzazioni diversifichino almeno una parte degli appalti tra fornitori e sedi.

Tuttavia, è a lungo termine che i governi hanno il ruolo più importante da svolgere.
Si parla già di ricollocamento delle capacità perse dalle nazioni a causa della globalizzazione, ma affinché questo diventi realtà i governi devono sviluppare strategie mirate. L’attenzione dovrebbe essere rivolta a catene di approvvigionamento specifiche, in particolare quelle che supportano il ripristino di emergenza e le infrastrutture nazionali critiche. Potrebbe essere necessario legiferare per strategie industriali in settori chiave, come DPI, difesa, sicurezza nazionale, costruzione navale, crittografia e microelettronica.

L’Unione Europea ha già compiuto una mossa in questo settore e ha pubblicato linee guida su un approccio a livello di UE allo screening degli investimenti esteri per le risorse critiche.
Mirare agli investimenti “che potrebbero incidere sulla sicurezza e l’ordine pubblico dell’Unione e dei suoi Stati membri”, gli orientamenti sono particolarmente incentrati sulla salute, la ricerca medica, la biotecnologia e le infrastrutture essenziali per la sicurezza e l’ordine pubblico, senza minare l’apertura generale dell’UE agli investimenti esteri. Consente la consultazione tra gli Stati membri e la Commissione europea, per identificare e considerare eventuali preoccupazioni su particolari investimenti prima di consentirli.

Per affrontare le sfide della catena di approvvigionamento, il governo indiano ha formato un gruppo di funzionari autorizzato a risolvere i problemi emergenti, causati dai blocchi della catena di approvvigionamento. Comprende i ministeri delle dogane, dell’alimentazione, dei consumatori e dei trasporti e coordina le operazioni con le parti interessate del settore pubblico e privato per affrontare le strozzature. Il gruppo ha creato un centro nevralgico con dashboard che sfruttano i sistemi di dati tra le agenzie governative per valutare il movimento di camion contenenti cibo e prodotti farmaceutici, rastrelli e traffico portuale. Il cruscotto ha anche fornito ai responsabili delle decisioni visibilità sull’arrivo di prodotti alimentari nei principali mercati all’ingrosso. Ha sostenuto il processo decisionale del governo durante la pandemia, portando a un aumento significativo delle merci critiche consegnate da tutte le forme di trasporto nel mese di aprile.

I governi devono anche adattare la loro strategia di approvvigionamento alla velocità dell’innovazione.

Proprio come la governance dell’era industriale doveva essere spazzata via per consentire una rapida digitalizzazione, la saggezza acquisita in merito agli appalti deve essere SPAZZATA VIA.

I dipartimenti governativi tendono a contrattare per requisiti atomizzati nell’IT; documentare tutti i requisiti utente e di sistema in grandi tomi con l’obiettivo di proteggere le finanze pubbliche. Purtroppo, questo spesso non si verifica con la curva dell’innovazione in continua accelerazione, per cui molti di questi requisiti non hanno più senso nel momento in cui devono essere consegnati.

Invece, i governi dovrebbero prendere in considerazione la possibilità di contrattare per i risultati, stabilendo i risultati desiderati ma consentendo al prodotto di trasformarsi, entro i confini, man mano che si verificano sviluppo e innovazione.

La dislocazione della catena di approvvigionamento è stata uno degli impatti più visibili della crisi COVID-19.
I governi di tutto il mondo devono svolgere un ruolo di primo piano nello sviluppo di strategie per proteggere le catene di approvvigionamento per il futuro e mettere in atto piani di ripristino in caso di disastro più solidi, comprese le scorte pertinenti, per consentire risultati più resilienti.

Biblio

The European Commission. (2020, March 25). Coronavirus: Commission issues guidelines to protect critical European assets and technology in current crisis. Retrieved from: https://ec.europa.eu/commission/presscorner/detail/en/IP_20_528

2 The Indian Express. (2020, May 7).  With strong partnerships across the country, there has been steady improvement in supply chains of essential goods. Retrieved from: https://indianexpress.com/article/opinion/columns/coronavirus-lockdown-effect-migrant-labour-essential-goods-stocks-supply-6397380/

Rediff.com. (2020, May 26). Meet the man who ensured food supply during lockdown. Retrieved from: https://www.rediff.com/news/interview/meet-the-man-who-ensured-food-supply-during-lockdown/20200521.htm

Commenti disabilitati su DOSSIER Post COVID: 06 SUPPLY CHAIN