blackboard with your life matters inscription on black background

La correttezza politica. Ecco il baco dell’ultradestra.

Una narrativa dell’ultradestra è l’argomento che la “correttezza politica” che sta soffocando la libertà di parola.
Questa nozione può essere contestata sottolineando che molti sostenitori che inveiscono contro il politicamente corretto provengono spesso da membri privilegiati della società (bianchi, ricchi, accademici, politici, ecc.)
E stanno semplicemente cercando di proteggere il proprio status di potere.
I governi sono diventati più vigili contro l’intolleranza e il fanatismo a causa della realtà del suo impatto dannoso sulle comunità piuttosto che al desiderio di soffocare il diritto alla libertà di parola.
È fondamentale sottolineare il diritto alla libertà di parola ma anche il diritto alla protezione per le comunità vulnerabili.

La libertà di parola è minacciata in Europa?

La destra radicale usa spesso un linguaggio razzista o discriminante nei confronti degli altri. Quando vengono criticati o arrestati per questo, affermano in Europa c’è una dittatura e che che non hanno libertà di parola.
In Europa ci sono democrazie liberali, se si esclude Ungheria e Polonia ovviamente, in cui le persone possono praticamente dire e fare quello che vogliono.
I media e le notizie in TV criticano quotidianamente il governo.
Programmi televisivi satirici prendono in giro le persone in posizioni di potere e possiamo votare per i governi che vogliamo ogni volta che abbiamo le elezioni.
Ciò dimostra che abbiamo la libertà di parola e ci sono pochissimi paesi in cui le persone sono più libere dche in Europa.
Ci sono solo pochi casi in cui la libertà di parola è leggermente limitata.

Non è possibile utilizzare la “libertà di parola” per discriminare un gruppo minoritario (come la comunità LGBT o le minoranze etniche) o incitare alla violenza: la parola può spesso essere pericolosa e incoraggiare le persone a fare cose dannose.
Inoltre, non sei libero di parlare apertamente di alcuni casi giudiziari nel caso in cui mettessi a repentaglio il processo.
In Europa, prima che esistessero leggi che limitano la discriminazione contro le minoranze, le persone erano apertamente razziste.
C’erano diffusi pregiudizi contro questi gruppi e quindi, vietando alle persone di discriminarli, li aiutavano ad avere le stesse opportunità di tutti gli altri.
In Europa puoi criticare l’immigrazione, le altre religioni, i politici e tutto ciò che vuoi finché non lo fai in un modo che crei danno a un’altra persona o comunità.

Le persone che lo fanno spesso affermano che la loro “libertà di parola” è minacciata, quando in realtà vogliono solo una scusa per pre-giudicare qualcuno.

Ovviamente i liberali hanno ragione non solo nell’opporsi al razzismo e al sessismo, ma nel cogliere che questi pregiudizi gettano un’ombra nefasta e continua su quasi ogni aspetto della vita.

Poiché i pregiudizi di razza e genere sono incorporati nelle nostre abitudini sociali e familiari, nei nostri modelli economici e persino nel nostro subconscio, devono essere combattuti con un certo livello di coscienza.
La semplice assenza di discriminazione aperta non va bene.

C’è un argomento legittimo da sostenere su come la “libertà” delle piattaforme di social media con poche restrizioni ma molte minacce dovrebbe essere bilanciata con la “libertà” delle persone di partecipare a dibattiti online senza dover temere per la propria vita o sicurezza.

Ma il modo per affrontarlo è avere effettivamente quell’argomento, non suggerire che le persone che chiedono protezione stanno solo cercando di censurare la libertà di parola.

chevron_left
chevron_right
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: