10 falsi miti sull’influenza e sul vaccino che dovresti conoscere

pexels-photo-5863398.jpeg
Photo by Nataliya Vaitkevich on Pexels.com

Ecco i miti popolari sull’influenza:

Il vaccino antinfluenzale aumenta il rischio di COVID-19 – NO.
Non ci sono prove che un vaccino antinfluenzale aumenti il ​​rischio di ammalarsi a causa di un coronavirus, come quello causato da COVID-19. Potresti aver sentito parlare di uno studio esterno pubblicato nel gennaio 2020 che ha riportato un’associazione tra la vaccinazione antinfluenzale e il rischio di quattro coronavirus stagionali comunemente circolanti, ma non quello che causa COVID-19. 

Questo rapporto è stato successivamente ritenuto errato.

Il vaccino antinfluenzale può farti ammalare  NO
I vaccini antinfluenzali non possono causare malattie. Questi vaccini, che vengono somministrati con un ago (cioè vaccini antinfluenzali), sono realizzati con virus inattivati ​​(uccisi) o con una singola proteina del virus influenzale. L’immunizzazione con spray nasale contiene virus vivi che vengono attenuati (indeboliti) in modo da non causare malattie.

È meglio contrarre l’influenza che farsi un vaccino antinfluenzale  NO
L’influenza può essere una malattia grave, specialmente tra i bambini piccoli, gli anziani e le persone con determinate malattie croniche, come l’asma, le malattie cardiache o il diabete.

Ho bisogno di un vaccino antinfluenzale ogni anno  SI
Anzi è necessario. La ragione di ciò è che la protezione immunitaria di una persona diminuisce nel tempo, quindi è necessario un vaccino annuale per ottenere la “migliore” o migliore difesa contro l’influenza. Inoltre, i virus dell’influenza cambiano costantemente, quindi che la composizione del vaccino sia rivista annualmente e aggiornata secondo necessità a seconda dei virus influenzali che fanno ammalare le persone. OMS raccomanda un’immunizzazione antinfluenzale annuale per tutte le persone di età pari o superiore a 6 mesi, con rare eccezioni.

Se ricevi il vaccino, ti sentirai male.
Alcune persone segnalano lievi effetti collaterali dopo aver ricevuto il vaccino antinfluenzale. In studi randomizzati e in doppio cieco, in cui diversi individui hanno ricevuto vaccini antinfluenzali inattivati ​​e altre iniezioni di acqua salata, le uniche differenze nei sintomi erano un aumento del dolore alle braccia e arrossamento nel sito di iniezione tra coloro che hanno ricevuto l’immunizzazione contro l’influenza. Le reazioni più comuni che le persone hanno ai vaccini antinfluenzali sono considerevolmente meno gravi dei sintomi causati dalla vera malattia influenzale.

Posso prendere l’influenza se esco al freddo senza giacca e con i capelli bagnati – NO

L’unico modo per contrarre l’influenza è essere esposto al virus dell’influenza. Il raffreddore e l’influenza non sono correlati.

Non mangiare per uccidere il raffreddore  NO 
Se hai l’influenza (o il raffreddore) e la febbre, hai bisogno di più liquidi. Anche se non hai appetito, una buona alimentazione ti aiuterà a stare meglio.

Se hai solo un lieve raffreddore non infetti nessuno  NO 

Solo perché i sintomi sono lievi non significa che il virus sia lieve.

Il brodo di pollo è come la medicina  NO non è una medicina, ma offre una varietà di sostanze nutritive, molti liquidi e qualcosa di caldo può essere molto confortante.

Se hai la febbre alta e l’influenza dura più di uno o due giorni, potresti aver bisogno di antibioticiSI a Volte

Gli antibiotici funzionano bene contro i batteri, ma non sono efficaci per un’infezione virale come l’influenza. D’altra parte, alcune persone sviluppano un’infezione batterica come complicanza dell’influenza, quindi potrebbe essere una buona idea fare il test se i sintomi sono prolungati o peggiori.