a man with face paint
Photo by Mikhail Nilov on Pexels.com

Il danno dei #novx alla comunità

calm young enchantress with burning candles in black studio
Photo by Victoria Borodinova on Pexels.com

I vaccini hanno più che dimostrato la loro straordinaria sicurezza.

– Si sono dimostrati molto efficaci anche nella protezione contro la morte e le forme più gravi della malattia.

– E hanno notevolmente ridotto le infezioni, limitando straordinariamente la quantità di virus circolanti prodotti dalle persone vaccinate che risultano infette.

Tutto questo si può vedere nell’enorme miglioramento della situazione dei paesi che hanno una percentuale alta della loro popolazione vaccinata con il ciclo completo.

Ma, contrariamente a ogni logica, nei paesi avanzati le posizioni degli antivaccini si stanno rafforzando. E stanno generando danni irreparabili che la società non ha trovato il modo di contrastare.

Il danno dei non vaccinati, 12 volte superiore ai vaccinati

Va ricordato che quando una persona non vaccinata viene infettata, la carica virale rilasciata è molte volte superiore alla carica virale rilasciata da una persona vaccinata che ha anche sviluppato la malattia. E circa 12 volte di più di quello di una persona vaccinata. Numerosi studi hanno stimato che una persona non vaccinata ha una carica virale che, nel migliore dei casi, è circa 12 volte maggiore di quella di una persona vaccinata. e spesso molto più vecchio.

Ecco perché i non vaccinati possono infettare molte più persone e con dosi infettive molto più elevate rispetto ai vaccinati.

Non non basta. 
Le mutazioni si verificano solo durante la replicazione del genoma del coronavirus.

Poiché SARS-CoV-2 si replica molto di più all’interno di un non vaccinato che in un vaccinato, i non vaccinati hanno una probabilità molto maggiore che insorgano nuove mutazioni che rendono il coronavirus più infettivo e gli danno la capacità di sfuggire al vaccino.

Molto probabilmente, varianti più recenti come Delta o Delta plus hanno avuto origine nei non vaccinati.

Pertanto, i non vaccinati non solo si mettono a rischio, ma aumentano anche drasticamente il rischio che corriamo noi vaccinati.

Ora, i non vaccinati non sono la migliore compagnia

Quindi una delle cose migliori che puoi fare a livello individuale è stare il più lontano possibile dai non vaccinati

Fuori dai denti. I genocidi europei come Radovan Karadžić, Slobodan Milošević o Ratko Mladic, condannati all’ergastolo per il loro ruolo nella pulizia etnica della Bosnia, sono stati responsabili di molte meno morti di quelle causate da Covid-19 tra coloro che non si sono vaccinati seguendo le istruzioni di una serie di guru antivaccinisti.

La società dovrebbe trovare un modo per difendersi da tali individui pericolosi e irresponsabili.

Questa settimana sono morti tanti quanti in una settimana della seconda guerra mondiale

Anche la situazione globale resta preoccupante. Va analizzato perché il coronavirus non conosce i confini.

Circa 50.000 persone sono morte di Covid-19 durante l’ultima settimana in tutto il mondo. Per inquadrare questo dato nel suo contesto reale, consideriamo che durante la seconda guerra mondiale i morti a settimana di tutte le azioni militari congiunte sui fronti del mondo non si avvicinavano quasi mai ai 50.000 morti.

Il 48% della popolazione mondiale ha già ricevuto almeno una dose del vaccino contro il Covid-19.

È senza dubbio un’impresa straordinaria. Ma la distribuzione dei vaccini in tutto il mondo è ancora molto disomogenea e la vaccinazione significativa non viene raggiunta nei paesi con meno risorse.

In questo modo, SARS-CoV-2 conta ancora quasi 4 miliardi di persone senza alcuna protezione. Ciò garantisce che per lungo tempo il coronavirus avrà ancora opportunità di evolversi rapidamente in varianti più infettive in grado di sfuggire al vaccino.

E poiché non siamo stati in grado di chiudere i nostri confini a SARS-CoV-2, una mutante altamente infettiva potrebbe portarci a situazioni come quelle in vissute nell’anno 2020.

Ma lamentatevi dei diritti civili calpestati…