men in black and red cade hats and military uniform
Photo by Pixabay on Pexels.com

Le truppe russe sono al confine con l’Ucraina e l’Occidente è preoccupato

  • Autore dell'articolo:
  • Articolo pubblicato:Dicembre 7, 2021
  • Categoria dell'articolo:Culture / People

L’Ucraina afferma che la Russia ha ammassato 90.000 soldati al confine e i rapporti dell’intelligence statunitense affermano che un’invasione russa dell’Ucraina è possibile già il mese prossimo.

vehicles on road beside sea
Photo by Alexandr Podvalny on Pexels.com

Da quando l’Ucraina si è separata dall’Unione Sovietica, sia la Russia che l’Occidente hanno mirato ad una maggiore influenza nel paese al fine di mantenere l’equilibrio di potere nella regione a loro favore.

Per molti in Russia e nelle parti etnicamente russe dell’Ucraina, il patrimonio condiviso dei paesi è una questione emotiva che è stata sfruttata per scopi elettorali e militari.

Per gli Stati Uniti e l’Unione Europea, l’Ucraina è un cuscinetto cruciale tra la Russia e l’Occidente. Con l’aumento delle tensioni con la Russia, gli Stati Uniti e l’UE sono sempre più determinati a tenere l’Ucraina lontana dal controllo russo.

Gli sforzi per inserire l’Ucraina nella NATO sono in corso da molti anni e di recente sembrano aver ripreso ritmo. La Russia ha dichiarato una tale mossa una “Red Line”, con Mosca preoccupata per le conseguenze delle alleanze militari guidate dagli Stati Uniti che si espandono fino alle sue porte.

Mentre sposta un gran numero di truppe verso il confine, la Russia cerca assicurazioni dagli Stati Uniti che l’Ucraina non sarà inserita nella NATO. Tuttavia, il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha chiarito che non è disposto a fornire tale garanzia. Ciò ha lasciato i paesi in una situazione di stallo, con decine di migliaia di truppe russe pronte a invadere l’Ucraina con breve preavviso e l’Occidente che non si è mosso sulle richieste della Russia.

Sono in corso sforzi diplomatici frenetici, che coinvolgono funzionari statunitensi, europei, ucraini e russi, per evitare un’azione militare.

Funzionari statunitensi, incluso il segretario alla Difesa Lloyd Austin, hanno ammesso di non essere sicuri di quali siano le intenzioni di Putin. Se gli sforzi diplomatici per fermare l’invasione falliscono Stati Uniti e dell’UE potrebbero imporre sanzioni pesanti alla Russia in caso di azione militare al confine con l’Ucraina.

Tuttavia, a seconda delle intenzioni di Putin, gli esperti affermano che le sanzioni potrebbero non essere sufficienti a dissuaderlo. Qualsiasi tipo di azione militare da parte degli Stati Uniti o dell’UE contro la Russia farebbe precipitare in una grave crisi il mondo intero e finora non è stata proposta da nessuna delle parti coinvolte.