soldier man with black rifle sliding on cliff

Le guerre di domani

  • di
  • Pubblicato
  • Pubblicato in Culture / People / Science
  • Aggiornato
  • 2 minuti di lettura
soldier man with black rifle sliding on cliff
Photo by Pixabay on Pexels.com

Le guerre di domani

Il concetto di difesa collettiva sta prendendo piede. La possibilità di rispondere unilateralmente a un avversario, in particolare se quell’avversario è la Russia, sembra essere fuori questione per l’Occidente.

pointing russia in a world map
Photo by Lara Jameson on Pexels.com

Occhi puntati sulle aspettative di sicurezza nazionale per il prossimo anno

Naturalmente, Russia e Cina sono al primo posto, il direttore generale dell’azienda russa Almaz-Antey, la 20a più grande compagnia di difesa al mondo, secondo la classifica Top 100 di quest’anno, pesa i conflitti in nuovi domini.

Tutti gli autori illustrano come vedono l’attuale situazione geopolitica e cosa si aspettano che venga. Per gli autori occidentali, ciò significa concentrarsi sulla cooperazione multilaterale, che è già fondamentale in tutti i settori: terra, aria, mare, spazio e cyberspazio.

Nella regione indo-pacifica, l’influenza sempre crescente della Cina e la presenza militare fanno sì che l’Australia stia recuperando terreno. Il ministro della Difesa Melissa Price avverte che “l’ambiente strategico del suo paese si sta deteriorando più rapidamente del previsto”.

Tornando alla Russia, il direttore generale di Almaz-Antey indica la proliferazione negli Stati Uniti della tecnologia senza equipaggio e basata sullo spazio come un segno che i conflitti futuri si svolgeranno più spesso vicino o al di sopra della nostra atmosfera.

Tuttavia, si potrebbe sostenere che l’uso da parte della Russia di un’arma anti-satellite a novembre, che secondo quanto riferito ha creato più di 1.500 pezzi di detriti spaziali, sta accelerando la militarizzazione dello spazio.

Da parte loro, i leader del settore vogliono che i loro clienti governativi sappiano che se i loro militari devono disporre della tecnologia più avanzata disponibile, devono ricordare che l’innovazione non è gratuita.

Quindi cosa aspettarsi nel 2022?

È sempre impossibile saperlo, e quest’anno è in parte dovuto all’imprevedibilità di alcuni attori internazionali. Ma dal tono dalle minacce presentate, è facile supporre che l’industria otterrà il capitale che sta cercando.