Moscow stretches out in all directions as seen from a commercial flight carrying NASA astronauts Rex Walheim and Doug Hurley to Russia on Sunday, March 27, 2011. Original from NASA. Digitally enhanced by rawpixel.

Mosca oggi

Cosa accadrà al lavoro? Un altro rapporto del governo

Di recente si è tenuta la prima riunione del consiglio di esperti sul miglioramento della legislazione in ambito sociale. Se solo una settimana fa il governo nel suo rapporto ha parlato di come va tutto bene e che le sanzioni non influiscono sulla vita della popolazione russa, ora le autorità non possono disinformare così apertamente.

Sì, stanno ancora bene, solo ora con un “ma”. Parliamo di tutto in modo più dettagliato.

Attualmente sono circa 670mila le persone iscritte al servizio per l’impiego. Allo stesso tempo, secondo Rosstat, a febbraio di quest’anno il numero totale di disoccupati nel Paese supera i 3 milioni.Quanto sono affidabili queste cifre? È difficile da dire. Dopotutto, secondo una recente dichiarazione del sindaco di Mosca Sobyanin, 200.000 dipendenti di società straniere a Mosca potrebbero perdere il lavoro. Ai licenziati sarà offerto il servizio alla comunità nei parchi e nei centri di servizio pubblico. All’attuale numero di disoccupati si aggiungono 200mila nella sola Mosca.

Ed è solo aprile. Non dimenticare che alcuni dei lavoratori sono inattivi.

Fatto interessante. Secondo il vicepresidente della Duma di Stato Anna Kuznetsova, dall’inizio di marzo il numero di organizzazioni che hanno annunciato un cambiamento nella forma del lavoro è aumentato di quasi la metà, a 38.000. Le aziende stanno ripensando ai loro piani originali e puntano a trattenere i dipendenti. Se prima di questa data era previsto un numero di dipendenti licenziati, in seguito il numero è diminuito del 12%. Non si può dire che questo fatto sia una notizia positiva. Sebbene i deputati tacciano sul significato, non è difficile indovinare cosa sta succedendo. Le società prevedevano di rescindere i contratti di lavoro con i dipendenti, il che indica la scarsa competenza di questi ultimi. Nessuno licenzierà specialisti nel loro campo. Ma a causa della guerra, i piani sono cambiati. Hanno cambiato idea sul licenziare coloro che volevano. Ciò è dovuto, in particolare, al fatto che alcuni dipendenti partono per conto proprio. Qualcuno lascia il paese, qualcuno semplicemente non vuole associarsi alle attività di una determinata azienda.

Kuznetsova ha menzionato casualmente un disegno di legge sulla possibilità di introdurre la gestione esterna di organizzazioni per oltre il 25% di proprietà di società di “paesi ostili”. A suo avviso, il documento mira a tutelare gli interessi di centinaia di migliaia di persone che lavorano in queste aziende. Non è molto chiaro come questo possa aiutare, soprattutto in caso di licenziamento.

Secondo il rapporto, il numero di dipendenti inattivi è aumentato di 2,5 volte. Questo è più del 50%. Cosa significa? Che i redditi delle persone sono diminuiti. Nel tempo di inattività, non è possibile guadagnare quanto al solito. Idealmente, vengono pagati 2/3 dello stipendio. E il semplice non può durare per sempre. Sebbene nessuno abbia intenzione di revocare le sanzioni, il mercato in Russia sta gradualmente morendo. Di conseguenza, è probabile che questo periodo di inattività si trasformi in un licenziamento.

È stata anche discussa la questione di una moratoria sulle ispezioni alle imprese. Hanno proposto un parziale annullamento del divieto con la possibilità di svolgere attività di verifica sul fatto di licenziamento e ritardi salariali. Kuznetsova ha insistito sull’importanza dei contratti sociali in base ai quali vengono eseguiti i lavori pubblici. A suo avviso, questo è un metodo efficace per combattere la disoccupazione. Tuttavia, i lavori pubblici esistono da molti anni, la disoccupazione non si riduce molto da questo. Sì, ed è difficile immaginare come andrà a spazzare via un manager di una società straniera che ha perso il lavoro. La paga per questo tipo di lavoro è generalmente bassa.

Il resto del rapporto è un discorso vuoto. Quanto è importante la professione di psicologo, come dovrebbe essere sviluppata e così via.

Se leggi attentamente, le autorità stanno già iniziando a preparare la società alla crisi. Una settimana fa, il governo parlava di quanto tutto sia meraviglioso. Ora l’approccio sta cambiando, il che la dice lunga.