The PhoEnix Soars! (NASA, Green Flight Challenge, 09/28/11)

Phoenix Ghost

L'aspetto del Phoenix Ghost è ancora sconosciuto al grande pubblico
L’aspetto del Phoenix Ghost è ancora sconosciuto al grande pubblico

Phoenix Ghost, che ha caratteristiche molto interessanti, i soldati delle forze armate ucraine stanno già imparando attivamente a utilizzare l’ultimo drone kamikaze Phoenix Ghost, che gli Stati Uniti stanno trasmettendo come parte degli aiuti militari.

Lo stesso Phoenix Ghost rimane altamente classificato, non se ne fa nemmeno una menzione sul sito web dello sviluppatore, Aevex Aerospace. Pertanto, tutte le idee sulle capacità di Phoenix Ghost sono formate da informazioni estremamente limitate, che sono state annunciate in momenti diversi. In particolare, alcuni dati sono noti da un discorso del portavoce del Pentagono John Kirby, nonché da un’intervista al tenente generale in pensione David Deptul, membro del consiglio di Aevex.

Immagine 0

Phoenix Ghost è:

  • un drone è progettato per distruggere bersagli
  • simile a Switchblade
  • può decollare verticalmente
  • sviluppato per ordine della US Air Force
  • dotato di autonomia di circa 6 ore
  • dotato di telecamera a infrarossi
  • l’unità di combattimento consente di distruggere bersagli di armatura media
  • è stato sviluppato tenendo conto di ciò che il Pentagono ha visto nel Donbass prima del 24 febbraio 2022

Phoenix Ghost non è un piccolo drone

E in queste condizioni, la prima cosa che salta all’occhio è la durata del volo Phoenix Ghost di 6 ore. Questo è sufficiente per la maggior parte delle munizioni di sbarramento. Ad esempio, per Switchblade-600 anticarro e Polish Warmate , il tempo di volo è di circa 40 minuti.

Allo stesso tempo, è possibile ottenere un tempo di volo più lungo, a condizione che la testata venga preservata, solo aumentando le dimensioni dell’aliante del drone, per una maggiore capacità di carburante o batteria. 

Estremamente interessante è anche il fatto che Phoenix Ghost sia stato ordinato dalla US Air Force, che non è interessata ai “piccoli” sistemi, ma opera su compiti più globali. Cioè, il Phoenix Ghost non è sicuramente un piccolo drone.

È anche possibile concludere che la piattaforma per la quale è stato sviluppato questo drone kamikaze è in volo. Perché sarebbe piuttosto strano per l’aviazione creare armi a terra. E i media stessi possono essere indicati dall’attiva collaborazione di Aevex con General Atomics, lo sviluppatore dei droni Predator e Reaper.

Mietitore MQ-9
Reaper MQ-9

Rimangono quindi alcune domande sulle informazioni sul lancio verticale. Ma molto probabilmente, Phoenix Ghost ha un contenitore di lancio con una carica esplosiva per fornirgli l’energia necessaria dopo il lancio da un UAV a velocità relativamente bassa.

Phoenix Ghost – caccia nel Donbass

Questa ipotesi può essere supportata dall’affermazione che il Phoenix Ghost è stato progettato per risolvere i problemi che il Pentagono ha visto nel Donbass prima del 24.02.2022. Dall’altra parte dell’oceano, questa guerra è stata percepita come un conflitto di posizione in cui l’uso di aerei con equipaggio è stato annullato a causa delle fitte difese aeree. E il ruolo principale in esso è stato svolto dall’artiglieria e dagli UAV per regolare il fuoco.

In queste condizioni, l’aspetto del drone kamikaze, che può vagare nell’aria per ore, diventa ancora più specifico: l’attacco di radar controbatteria, punti di controllo UAV, veicoli di controllo dell’artiglieria, nonché sistemi di artiglieria e, naturalmente, sistemi di difesa aerea. Per questi compiti, l’unità di combattimento, che è in grado di distruggere bersagli di armatura media, sarà sufficiente.

Radar controbatteria distrutto "Zoo-1M"
Radar controbatteria distrutto “Zoo-1M”

Cioè, Phoenix Ghost, prima di tutto, è un cacciatore della “grande bestia”, il che spiega le sue dimensioni e capacità, nonché un numero relativamente piccolo di sistemi disponibili: 121 unità.

Naturalmente, la questione del controllo di questo drone kamikaze rimane. Nel caso del suo lancio con l’MQ-9 Reaper, lo stesso drone deve ovviamente svolgere il ruolo di ripetitore. Ma quando si è partiti da terra, questo compito doveva ancora essere risolto.