In Russia si sente la crisi

Al momento stai visualizzando In Russia si sente la crisi

In Russia si sente la crisi

L’Istituto per la politica economica della Federazione Russa ha riferito che gli indicatori dell’industria russa continuano a diminuire a luglio. Fonte: EADaily

Secondo Sergei Tsukhlo, capo del laboratorio di indagini di mercato, tutti gli indicatori dell’indice composito di ottimismo industriale sono scesi al di sotto del livello di marzo.

L’impatto più forte sul deterioramento della performance è stato il calo dei volumi di vendita, che il 46% degli intervistati ha valutato come “al di sotto della norma”. Questo è paragonabile agli indicatori della crisi covid di due anni fa. Ma oggi “il fondo della crisi delle sanzioni non è ancora stato toccato e la situazione non potrà che peggiorare”, ritiene l’esperto.

La dinamica negativa delle vendite è correlata ad un aumento delle scorte, che costringe i produttori a rivedere i propri piani di produzione. Inoltre, se un mese fa le imprese si sono rifiutate di aumentare i volumi, ora sono già pronte a ridurre attivamente la produzione.

Inoltre, sullo sfondo di un generale deterioramento della situazione socioeconomica nella Federazione Russa, i contorni delle zone di destabilizzazione stanno diventando sempre più chiari .